LAV Lega Antivivisezione

La LAV - Lega Anti Vivisezione (www.lav.it), assieme ad altre associazioni animaliste europee, si è fatta promotrice della Campagna "Stop ai test su animali" per vietare la vendita di prodotti cosmetici testati su animali.

Per sensibilizzare e coinvolgere le aziende del settore, è stata ideata la dicitura“Stop ai test su animali” da apporre sull'etichetta e che viene concessa in Italia dalla LAV ai prodotti conformi allo Standard Internazionale Non testato su animali.

Lo Standard fissa i criteri per evitare l’incremento della sperimentazione dei cosmetici sugli animali, e garantire una politica aziendale “cruelty free”, ossia libera da crudeltà sugli animali.
Esso è stato messo a punto dalle maggiori organizzazioni animaliste mondiali, guidate dalla Coalizione europea contro la vivisezione (ECEAE www.eceae.org ), di cui LAV è membro italiano, oltre ad essere l’unico soggetto in Italia abilitato all’utilizzo del marchio che valorizza i prodotti e le aziende che rispondono ai requisiti richiesti dal suddetto  standard.

Sono circa 150 le aziende in tutto il mondo ad avere già aderito allo standard, impegnandosi a non praticare e non far praticare la sperimentazione animale dei prodotti finiti e degli ingredienti.

A partire dal 2004, la LAV approva le aziende aderenti solo a seguito dell’esito positivo degli audit che vengono svolti da ICEA.

La LAV autorizza l’utilizzo in etichetta del marchio europeo della coalizione e/o della dicitura “Stop ai test animali – Controllato ICEA per LAV n°……”

Il logo LAV viene concesso alle aziende controllate che ne facciano esplicita richiesta alla LAV.


Obiettivi:

•    Qualificare e valorizzare le politiche e scelte commerciali, aziendali e personali, orientate a non ricorrere e non incrementare le sperimentazioni sugli animali.
•         Fornire adeguate garanzie circa il rispetto dei requisiti valorizzati ai consumatori, al mercato in genere e a tutte le altre parti interessate.